Amperometri: guida all’acquisto

Nel seguente articolo, vi illustriamo tutti gli elementi dei quali dovete tenere conto al momento dell’acquisto di un amperometro. Stiamo parlando di uno strumento davvero importante nell’ambito della misurazione della corrente elettrica, che in alcuni casi può diventare anche fondamentale per la vostra incolumità. Ecco quindi una breve guida all’acquisto, sperando di darvi qualche dritta e facilitarvi le cose.

Cos’è un amperometro?

L’amperometro è un marchingegno che serve alla misurazione dell’intensità della corrente elettrica, una delle tre grandezze elettriche dalle quali viene determinata l’energia che viene poi erogata nelle nostre case e nei nostri uffici. Esso si intitola così perché deriva dalla figura del matematico francese André-Marie Ampère e ne esistono diverse tipologie.

Il nostro super comparatore

ModelloPrezzoParametriDImensioni
DROK® Mostra AC 80-260VDROK®EUR 23,88Tensione di funzionamento: 80 ~ 260VAC
Gamma di misurazione: 80 ~ 260VAC
Potenza nominale: 100A / 22000W
Frequenza di funzionamento: 45-65Hz
Precisione di misura: 1.0 grade
12,6 x 11 x 4,4 cm
JZK® XL830LJZK® XL830LEUR 12,59tensione DC: 200mV / 2V / 20V / 200V ± 0,5%, 600V ± 0,8%.
AC Tensione: 200V / 600V ± 1,2%.
DC corrente: 200μA / 2 mA / 20 mA ± 1%, 200mA ± 1,5%, 10A ± 3%.
Resistenza: 200ω / 2kOhm / 20k / 200Kω / 2Mω ± 0,8%. protezione
17,2 x 14,4 x 4 cm
EzReal Dual Color DisplayEzReal Dual Color DisplayEUR 9,49Tensione: 80 ~ 260VAC
Gamma di misurazione: 80 ~ 260VAC
Potenza nominale: 100A / 22000W
Frequenza di funzionamento: 45-65Hz
8 x 6,8 x 1,8 cm

Come si suddividono gli amperometri

Esistono diverse tipologie di amperometro in commercio:

Amperometro magnetoelettrico. È in grado di misurare il campo magnetico che scaturisce dalla corrente, occupandosi ovviamente anche di quest’ultima. Riesce a rilevare le correnti che raggiungono i 1000 ampere.
Amperometro elettromagnetico. Riesce a misurare fino a 200 ampere e la sua bobina è costituita da una spira sola, cioè un unico anello che fa circolare la corrente elettrica.
Amperometro elettrodinamico. Si tratta di uno strumento formato da ben due bobine poste una di fianco all’altra. La prima è fissa e la seconda mobile. Quest’ultima riesce ad agire a muoversi grazie all’altra.
Amperometro termico. È uno dei modelli più robusti e funziona grazie ad una spirale metallica, che si riscalda tramite la corrente da analizzare.
Amperometro elettrostatico. Serve a misurare la tensione elettrica ed è molto raro in commercio.
Amperometro ad induzione. Si caratterizza per il costante rapporto che intercorre tra una coppia di flussi, sui quali scorrono due correnti indotte.

A cosa serve?

Come già accennato nelle righe precedenti, l’amperometro serve per misurare in maniera più precisa possibile l’intensità della corrente elettrica. Tale apparecchio si basa su tre fattori fondamentali. Il primo è la classe di precisione, seguita a ruota dalla portata e dalla risoluzione. A tutti questi bisogna aggiungere la tensione di isolamento, così come è necessario sapere quale genere di corrente si sta analizzando, se è alternata o continua. Stiamo comunque parlando di un apparecchio da usare con una certa delicatezza.

Prima dell’acquisto

Di quali fattori bisogna tenere conto quando si sceglie di acquistare un amperometro? Il livello di precisione deve essere molto elevato, anche se un amperometro ideale che sappia rilevare l’intensità in maniera perfetta non esiste in commercio. Ovviamente, non si può lasciare in secondo piano il rapporto tra qualità e prezzo. Infine, citiamo per ultima l’importanza della sicurezza che deve sempre trasparire da un oggetto così delicato, dato che con l’energia elettrica e con tutto ciò che la riguarda non bisogna mai scherzare. Attenzione quindi al rispetto dei relativi standard.

[Total: 2    Average: 5/5]